MANCA ALT!!!!

EIDESIA, Offerta Scuola

Visite guidate, laboratori didattici e percorsi ludico-ricreativi di educazione ambientale


Le nuove generazioni rappresentano il più importante investimento per la cultura e l’ambiente

Imparare ad amare l’ambiente ed apprezzare il patrimonio culturale non è possibile se ci si limita a studiarne le regole ed i principi tra i banchi di scuola. Occorre stimolare la fantasia e dare spazio all’espressione più intima che ogni individuo, fin dal principio, stabilisce con lo spazio che lo circonda.

In tale prospettiva, dunque, i nostri percorsi mirano a sensibilizzare i bambini ed i ragazzi della fascia d’età compresa tra i 6 e i 14 anni allo sviluppo di una consapevolezza nuova, spesso trascurata, legata alla capacità di vivere e fruire le aree verdi urbane a 360°. Una consapevolezza che consideri la centralità dei comportamenti pro-ambientali legati a valori solidaristici e collettivistici, che tutelino non solo l’integrità delle biodiversità naturali ma anche l’integrità e la dinamicità del rapporto che le persone stabiliscono con l’ambiente di riferimento, atto a favorire benessere ed equilibrio.

Emerge, infatti, sempre più urgente, la necessità di creare momenti e situazioni di “riflessione consapevole” per i giovani pre-adolescenti sempre più coinvolti in processi sociali frenetici tipici della società consumistica e post-moderna.

Per questo s’intende proporre una serie di incontri caratterizzati da un’esposizione continua alle aree verdi urbane, non solo perché – come dimostrato dalla letteratura – essa stessa favorisce lo sviluppo di comportamenti pro-ambientali, ma anche perché il contatto con la natura va a migliorare le cosiddette restorativeness  o “capacità attentive” (Kaplan&Kaplan, 1989), fondamentali per la crescita individuale e collettiva.

   

La metodologia adottata è quella psico-sociale, precisamente dei recenti sviluppi della Psicologia Ambientale, per la quale l’unità d’analisi è la persona nei luoghi. Il comportamento è infatti strettamente legato non solo alle caratteristiche di personalità del soggetto ma anche alle caratteristiche dell’ambiente in cui esso è inserito. Inoltre, l’attenzione è focalizzata sul GRUPPO, inteso quale anello di congiunzione fondamentale per la trasmissione di conoscenze, scambio di prospettive e valori.  

Le visite guidate si svolgono in affiancamento a guide turistiche, ambientali escursionistiche ed interpreti naturalisti professionisti in possesso di regolare abilitazione ed iscritti ai rispettivi albi della Regione Sardegna. Le mete in oggetto sono rappresentate dal Parco Regionale di Molentargius-Saline e dallo Stagno di Santa Gilla, entrambi individuati ai sensi della Normativa Comunitaria quali aree di protezione speciale e interesse comunitario per le peculiarità legate alla conservazione e tutela dei propri habitat e delle specie che li popolano. Nel corso della visita –della durata massima di due ore – saranno evidenziati gli endemismi floristici e faunistici, svelandone le caratteristiche e le tipicità anche in relazione all’alternarsi delle stagioni.

Il laboratorio didattico in natura mira alla stimolazione del pensiero creativo dei ragazzi coinvolti attraverso l’attività di brainstorming e fruendo delle potenzialità del GRUPPO.
Il tutto condotto dall’accompagnatore.

     

Visita il blog con le opinioni dei ragazzi nella sezione "in primo piano"

Hai una richiesta specifica?

Contattaci!

 

Contact form powered by 123ContactForm